S. Giuliano di Puglia - la Scuola Jovine ricorda il 31 ottobre 2002.

«Ti ricordi dei pomeriggi passati insieme? Gianni era sempre felice ed allegro. Ora sei diventato un Angelo del sorriso». Questo uno dei passaggi delle poesie che ieri mattina gli alunni della scuola «Jovine» hanno letto davanti alla folla di residenti assiepata nella zona dove prima si trovava l'edificio scolastico.

«Eravamo i più felici del mondo, avevamo le nostre piccole difficoltà ma ci volevamo bene. Ora è finito tutto». ha scritto un'altra bimba nella sua poesia dedicata ai 27 Angeli.


 

 

«Sentimmo un rumore fortissimo - ha detto un altro alunno-, abbiamo avuto paura e dolore. Pensavamo di non uscire più dalla scuola. Quello è stato il momento più brutto della nostra vita».
Una delle ultime lettere ha voluto ricordare tre dei piccoli scomparsi.
«Umberto non ti dimenticheremo mai. Luca e Gianmaria vi ricorderemo sempre. Ora continuate a vegliare su di noi».

 

 

 

La MAMMA CORAGGIO Luisa Barbieri, insegnante nella Scuola di San Giuliano di Puglia che perse un bambino nel terremoto del 31 ottobre 2002, ha letto il seguente scritto:
«il Pediatra e poeta Janus Korezack aveva fondato un orfanotrofio a Varsavia e il 5 agosto 1942 fu ucciso dai nazisti insieme a 196 bambini.»

Ci ha lasciato vari scritti ma, per noi, sono molto incisivi i versi dedicati alla FATICA di frequentare i bambini:

 

 

Lui scrive:

''Dite: è faticoso frequentare i bambini.
Avete ragione.
Poi aggiunge:
perché bisogna mettersi al loro livello,
abbassarsi, inclinarsi, curvarsi,
farsi piccolo.
Ora avete torto.
Non è questo che più stanca.
E' piuttosto il fatto di essere obbligati
a innalzarsi
fino all'altezza dei loro sentimenti.

Tirarsi, allungarsi,
alzarsi sulla punta dei piedi.

Per non ferirli''.


Messaggio: OCCORRE METTERSI A LIVELLO DEI PICCOLI PER POI INNALZARSI A VOLARE ALTO COME I BAMBINI.

 

 

Elaborato dalla Mdl Anna di Nardo Ruffo – Le foto  sono del MdL Donato De Santis

 
Federazione Maestri del Lavoro D'Italia - Ente Morale D.P.R.1625 del 14 Aprile 1956 - Consolato Regionale del Molise
Realizzazione Grafica RamoWEB