Consolato Regionale Maestri del Lavoro del Molise

 

MOLISE *STELLE AL MERITO DEL LAVORO 2015*

Sono sei i nuovi maestri del lavoro molisani: Luigi Cantoro di Termoli; Nino Casciano di Agnone; Carmelina Felice di Campobasso; Mario Griguoli di Trivento; Salvatore Leonardo e Liberato Tamburro, entrambi del capoluogo.

Come ormai è consuetudine, il 1° maggio 2015 si è svolta nel Salone d’Onore del Palazzo del Governo di Campobasso, la cerimonia di consegna delle decorazione delle “Stelle al Merito del Lavoro” a sei cittadini meritevoli residenti nella Regione Molise, distintisi per particolari meriti morali, professionali, culturali.

Ha presieduto alla cerimonia il Prefetto di Campobasso, Francescopaolo Di Menna.

Sono intervenuti il Vice Presidente della Regione Molise, Michele Petraroia, il Sindaco di Campobasso, Antonio Battista,il Presidente della Provincia di Campobasso, Rosario De Matteis, il Direttore Territoriale del Lavoro del Molise, Antonio Carmine Pistillo e la Console Regionale dei Maestri del Lavoro Giuseppina Petta.

Il Prefetto, dopo i saluti delle massime autorità,le congratulazioni ai nuovi Maestri del Lavoro e la lettura delle motivazioni, ha consegnato le decorazioni ai sei lavoratoti insigniti della decorazione.

 

Intervento della Console Regionale del Molise dei Maestri del Lavoro Dott.ssa Giuseppina Petta.

Un cordiale buongiorno a tutti

Voglio iniziare questo mio breve intervento con un GRAZIE.

Grazie al Prefetto di Campobasso per la sempre squisita ospitalità.
Grazie al Presidente della Provincia Rosario De Matteis.
Grazie al Sindaco di Campobasso Antonio Battista.
Grazie al nuovo Responsabile  della Direzione Regionale del Lavoro.
Grazie al  Vice Presidente  della Regione Michele Petraroia.

Alla Regione e al Presidente Frattura un grazie speciale in questo 1° Maggio 2015 perché, mi è stato annunciato che, a breve, il  Consolato Regionale dei Maestri del Lavoro del Molise avrà una Sede. Al Presidente Frattura va il ringraziamento di tutti i Maestri del Lavoro e mio particolare per la sensibilità dimostrata verso la nostra Associazione. Una Associazione alla quale aderiscono tutti coloro ai quali il Presidente della Repubblica conferisce la Stella al Merito, un riconoscimento per l'impegno, la dedizione, la solidarietà, il rispetto dei principi morali.
E i Maestri del Lavoro del Molise, qui  da me rappresentati, sono fieri ed orgogliosi di questo simbolo (la Stella) che non è solo un elemento da portare sul bavero di una giacca ma assume un significato importante fatto di storie personali da un lato   e di obiettivi e traguardi da raggiungere dall'altro.
Obiettivi che si concretizzano soprattutto nella sensibilizzazione dei giovani verso i temi del lavoro, della sicurezza  e  nella solidarietà verso i più deboli.
Non tocca a me oggi imporre riflessioni sul momento difficile che tutti indistintamente stiamo vivendo, vuoi per la disoccupazione ancora in crescita (è notizia di ieri) vuoi per una recessione che ancora segna la nostra società, una crisi che, come ha detto stamattina il Presidente della Repubblica Mattarella, ha provocato profonde ferite sociali. Lascio l'analisi a chi è più titolato e a chi studia tali  fenomeni.
Lasciamo  da parte le nostre preoccupazioni e con il cuore aperto alla speranza festeggiamo coloro che oggi ricevono dalle mani del Prefetto la Stella al Merito del Lavoro.
Grazie anche a loro per tutto ciò che hanno fatto nella loro lunga esperienza lavorativa e per tutto quello che ancora, sono sicura, potranno dare alla nostra società.
Questa è l'ultima cerimonia del mio mandato. Nel 2016 a questo tavolo siederà probabilmente un altro Maestro che, sono certa, opererà nel segno della continuità e sempre a tutela e a salvaguardia dei valori che caratterizzano la vita dei Maestri del Lavoro.

Buon Primo Maggio a tutti.


INTERVENTO DIRETTORE TERRITORIALE DEL LAVORO DEL MOLISE

* Dott. ANTONIO CARMINE PISTILLO *


Signor Prefetto, signori Maestri Del Lavoro, Autorità tutte presenti, un sincero e cordiale saluto, sia personale, sia nella veste di Rappresentante Del Ministero Del Lavoro, quale dirigente nella neo-istituita DTL Molise, che unifica, oggi, tutte le precedenti articolazioni territoriali del Ministero del Lavoro già presenti nella nostra Regione.
Oggi -1° Maggio- Festa dei Lavoratori e del Lavoro -  siamo qui convenuti per un momento celebrativo di alto e profondo contenuto etico e civile: il conferimento ad alcuni nostri concittadini di un prestigioso riconoscimento, quello di “MAESTRI DEL LAVORO”.
“MAESTRO”- termine di per sé pregno e denso di alto significato.
Il primo termine che, da bimbi, superando le soglie del caldo, rassicurante abbraccio dei genitori, apprendiamo nel primo approccio al mondo esterno: la Scuola.
“MAESTRO”- ovvero “GUIDA”, oltre che “Persona tanto abile in qualcosa da poterla insegnare ad altri.”
“MAESTRO”- appellativo quindi, di per sé NOBILE; ma, ancor più NOBILE se si CONIUGA COL TERMINE:  DEL LAVORO!

Ovvero un MAESTRO di quel valore assoluto su cui si fonda la nostra costituzione:
L’Italia è una Repubblica democratica FONDATA SUL LAVORO (art.1).
E quindi, quale riconoscimento più alto che ha in sé DUE VALORI di estremo, alto significato: il “MAESTRO DEL LAVORO”, ed ovvero, LA GUIDA nel fondante valore COSTITUZIONALE?
Riconoscimento, peraltro, non solo MORALE ma, altresì, segnatamente ISTITUZIONALE.
La STELLA AL MERITO DEL LAVORO DECORAZIONE UFFICIALE dello Stato Italiano.
Il conseguente TITOLO di “ MAESTRO DEL LAVORO”, è TITOLO ufficialmente conferito dallo Stato italiano, con Legge dello Stato.
TITOLO conferito per SINGOLARI MERITI DI PERIZIA PROFESSIONALE, LABORIOSITA’, BUONA CONDOTTA MORALE.
Ed ecco, quindi, che l’odierna onorificenza assurge a pubblico riconoscimento di una vita spesa all’insegna di profonda dedizione al lavoro, di anelito al cosante miglioramento delle singole specificità professionali, ad una profonda moralità e rettitudine, cui gli odierni insigniti, e tutti i Maestri del Lavoro hanno scelto di improntare la propria vita.
Ed il loro esser stati riconosciuti “MAESTRI” – “ GUIDA” – in tali fondanti valori, assume oggi, ancor più profondo significato.
Viviamo, infatti, un grave periodo in cui sembra che il valore “LAVORO” debba cedere a fronte di altri parametri valutativi. In cui, la grave crisi economica che ha colpito il nostro PAESE, potrebbe far ritenere DEPAUPERATO il CONCETTO di LAVORO, nella sua significazione più piena, quella di MOMENTO in cui si afferma la dignità della PERSONA quale LIBERO CITTADINO di un LIBERO STATO.
Ed ancor più, viviamo tempi in cui sembrerebbe che i CONCETTI di ONESTA’ e RETTITUDINE siano da ritenersi OBSOLETI e SUPERATI.
In cui i GIOVANI – risorsa e linfa vitale del Paese, sono privi di una ROTTA certa e sicura, improntata a tali STELLE POLARI.
E quindi, ancor più, in questi nostri tempi, E’ PREGNANTE il PROFONDO SIGNIFICATO delle odierne Decorazioni.
Esso, infatti, afferma l’attestazione che, invece, l’ONESTA’, la RETTITUDINE, la LABORIOSITA’, sono valori ancora attuali ed inalienabili che si rispecchiano e si INVERANO nell’esempio caldo e coerente  di queste persone che oggi, MERITORAMENTE per TALI VALORI sono premiati ed insigniti.
E lo Stato, inoltre, non solo riconosce tali valori e li assume nel proprio Ordinamento con la specifica Legge 143/92 – dedicata alla concessione nelle “STELLE AL MERITO DEL LAVORO”.
Ma, altresì, tutela il valore fondante del Lavoro in tutte le sue vicende, fasi ed articolazioni, con specifici apparati istituzionali, TRA CUI STORICAMENTE – rileva il Ministero del Lavoro tramite i propri Organi Centrali e Territoriali, che qui, oggi, ho l’onore di rappresentare.
ORGANI – oggi – interessati da riforme negli assetti istituzionali, nel MOLISE particolarmente inveratesi, ma cui, SEMPRE, resta attribuita la funzione di presidio della Legalità nel Lavoro.
Funzione di altissimo profilo civile e sociale, sol se si rifletta che da dietro la parola “ LAVORO c’è la Persona umana c’è il CITTADINO, che tale Termine invera nella vita quotidiana.
E c’è anche quelle vasta Platea di Persone che il lavoro purtroppo non l’hanno o l’hanno perduto, o che sono mercificati ed indotti ad accettare illegali condizioni di lavoro.
Funzione, quella svolta dal Ministero Del Lavoro, sicuramente implementata, nel suo rispiegarsi dalla auspicabili sinergie con gli altri Organi nello Stato, con le Associazioni Datoriali, con le Organizzazioni Sindacali Dei Lavoratori.
Ma che, certo, si giova e si rafforza dall’apporto e dall’esempio ideale dato da quei cittadini che hanno elevato a proprio PARADIGMA di VITA i valori fondenti del Lavoro: I MAESTRI DEL LAVORO

VI RINGRAZIO

Campobasso 1° maggio 2015

 

MOTIVAZIONE

Sig. Luigi CANTORO nato a Silvi Marina (TE) e  residente a Termoli. Il Sig. Cantoro inizia la propria attività lavorativa dal 1960, lavorando per varie Ditte. Dopo un serio incidente sul lavoro per il quale gli è stata riconosciuta una invalidità permanente, nel 1967/68 riesce a completare un corso di specializzazione di 12 mesi per conseguire l’abilitazione a tecnico specializzato in ascensori. Nel 1969 viene assunto dalla ditta Schindler Spa, azienda leader nella progettazione, vendita installazione e manutenzione di ascensori e montacarichi, in qualità di operaio manutentore. Nel 1970, viene trasferito a Termoli per curare gli interessi della Ditta nel Molise e dal 1978 gli viene riconosciuta la qualifica di equiparato. Il suo sodalizio lavorativo con la ditta Schindler è perdurato ininterrottamente dal 10/02/1969 al 31/12/2011. In questi anni egli ha svolto la propria attività lavorativa dimostrando ottime capacità tecniche e soprattutto attenzione verso i Clienti, riuscendo a fidelizzarli e ad anticipare le loro esigenze. Inoltre è diventato punto di riferimento per i colleghi più giovani, ai quali ha saputo trasmettere la sua professionalità ed attenzione alla clientela. Risulta infatti apprezzato per le sue doti di disponibilità, attaccamento al lavoro nonché per le competenze tecniche dimostrate.

Anzianità di servizio: anni 43

 

MOTIVAZIONE

 

Sig. Nino CASCIANO nato ad Agnone(IS) ed ivi residente.
Il Sig.Nino Casciano inizia la propria attività lavorativa con le Poste Italiane filiale di Isernia U.P. di Agnone in data 18/01/1985 con la qualifica di quadro.E’ attualmente in servizio presso l’U.P. di Agnone. Nella sua carriera lavorativa ha saputo dimostrare grande senso di appartenenza all’Azienda. I suoi comportamenti sono infatti sempre stati coerenti con i valori aziendali dell’etica, della professionalità e della fiducia. Ha dimostrato disponibilità ad istruire e preparare le nuove generazioni nell’attività professionale. Intensa è l’attività che lo vede impegnato in ambito sociale, come volontariato soprattutto verso gli anziani, inoltre è membro dell’Associazione AVIS. Risulta apprezzato dall’azienda per le sue doti di disponibilità, attaccamento al lavoro nonché per le competenze professionali dimostrate in questi anni.

Anzianità di servizio: anni 29

 

 

MOTIVAZIONE

Sig.ra Carmelina FELICE nata a Campobasso ed ivi residente. La Sig.ra Felice viene assunta presso l’Agenzia SAI di Campobasso nel gennaio del 1972 con la qualifica di dattilografa. Nel corso della sua vita lavorativa è passata dalle mansioni iniziali a quelle di impiegata per concludersi, a fine carriera con mansioni di capoufficio a causa della sua naturale predisposizione al Front Office, alle Pubbliche Relazioni ed al coordinamento con l’Ufficio direttivo interno ed esterno. La sua crescita professionale è dovuta anche alle sue doti di cortesia, disponibilità ed entusiasmo che ne hanno contraddistinto l’operato ed hanno arricchito il suo bagaglio umano  e di conoscenze specifiche, rendendola un punto di riferimento per la clientela ed i colleghi di lavoro. L’impegno quotidiano e costante, mai intaccato da problematiche personali ha consentito l’instaurarsi di un rapporto fiduciario con i propri superiori, mai variato nel tempo, nonostante l’avvicendamento a livello direttivo dell’Agenzia SAI di Campobasso. Ha saputo instaurare con facilità rapporti di fiducia e collaborazione con colleghe e colleghi, tesi a conseguire la crescita lavorativa di tutto il gruppo di lavoro, apportando un contributo notevole al prestigio dell’Agenzia Unipol-SAI di Campobasso.

Anzianità di servizio: anni 42

 

MOTIVAZIONE

Sig. Mario GRIGUOLI nato a Trivento ed ivi residente. Il Sig.Griguoli inizia la propria attività lavorativa con ENEL Distribuzione SpA  in data 01/02/1984 con la qualifica di operaio livello C2. E’ attualmente in servizio presso l’ENEL -Distribuzione Territoriale Rete Lazio Abruzzo e Molise - Zona Campobasso con la qualifica di Capo squadra categoria BS. Il sig. Griguoli nella sua carriera lavorativa ha sempre tenuto un’ottima condotta morale, dimostrando grande senso di appartenenza all’Azienda espletando le mansioni affidategli con senso di responsabilità, laboriosità diligenza e disciplina. La fattiva esperienza acquisita nello svolgimento delle proprie funzioni gli ha permesso  di ottenere significative progressioni di carriera, l’ultima del 16/04/2004 con la quale gli è stato riconosciuto l’inquadramento di capo squadra livello BS.

Anzianità di servizio: anni 30

 

 

 

MOTIVAZIONE

 

Sig. Salvatore LEONARDO nato a Mirabella Eclano (AV) e  residente a Campobasso.
Il Sig. Leonardo inizia la propria attività lavorativa dal 01/01/1971 presso la Telecom  dove resta in servizio sino al 30/11/2000.
Al momento della cessazione dal servizio era assegnato al livello “8” nella mansione di “Assistente Senior”.Il sig. Leonardo nella sua carriera lavorativa ha sempre tenuto un’ottima condotta morale, espletando le mansioni affidategli con senso di responsabilità e professionalità che gli ha permesso di ottenere progressioni di carriera. Nel suo percorso lavorativo, infatti, da operaio con mansioni comuni di rete ha concluso la sua carriera con la qualifica di Assistente Senior.
Attualmente risulta apprezzato per il suo attivo impegno nel sindacato UIL come segretario dei lavoratori pensionati, dimostrando disponibilità e fattiva collaborazione nei rapporti gli altri, mettendo a disposizione di tutti le sue capacità umane e professionali.

Anzianità di servizio: anni 30

 

MOTIVAZIONE

Sig. Liberato TAMBURRO nato a Baranello e residente a Campobasso.
Il Sig. Tamburro inizia la la propria attività lavorativa con ENEL Distribuzione SpA  in data 01/03/1983 con la qualifica di impiegato livello B1. E’ attualmente in servizio presso l’ENEL -Distribuzione Territoriale Rete Lazio Abruzzo e Molise - Zona Campobasso con la qualifica di Tecnico Specialista di Rete con compiti di maggior rilievo” categoria A1S. Il sig. Tamburro nella sua carriera lavorativa ha sempre tenuto un’ottima condotta morale, dimostrando grande senso di appartenenza all’Azienda espletando le mansioni affidategli con senso di responsabilità, laboriosità diligenza e disciplina. Risulta inoltre apprezzato dall’Azienda per le sue doti di disponibilità, nonché per specifiche le competenze professionali dimostrate in questi anni che gli hanno permesso di ottenere significative progressioni di carriera, l’ultima del 01/12/2006 con la quale gli è stato riconosciuto l’inquadramento di impiegato livello A1S.
Intensa è anche l’attività che lo vede impegnato in ambito sociale, infatti è vice Presidente ANGET  ed animatore UNMS.

Anzianità di servizio: anni 32

 
Federazione Maestri del Lavoro D'Italia - Ente Morale D.P.R.1625 del 14 Aprile 1956 - Consolato Regionale del Molise
Realizzazione Grafica RamoWEB