STELLE AL MERITO - 1 MAGGIO 2009
INSIGNITI 2009
Aprile Giuseppe
Iannetta Guido
Coloccia Luciano
Orlando Luciano
Di Tullio Ovidio
Tirro Maria Rosaria
 
 

MdL Aprile Giuseppe


MdL Coloccia Luciano

 

MdL Di Tullio Ovidio

 

MdL Iannetta Guido

MdL Orlando Luciano

 

MdL Tirro Maria Rosaria

 
  1 maggio 2009  

CERIMONIA DI PREMIAZIONE DELLE STELLE AL MERITO DEL LAVORO 1° MAGGIO 2009

Una gioiosa e serena atmosfera in un contesto di affabilità e cortesia pur nella consapevolezza dell’ importanza e della solennità della cerimonia che si andava a celebrare, ha caratterizzato il mattino del 1° di maggio 2009 nella sala delle adunanze della Camera di Commercio di Campobasso.

Sei “nuovi” molisani, sono stati insigniti della “stella al merito” conferita con decreto del Presidente della Repubblica, conseguendo l’ambito e prestigioso titolo di “Maestro del lavoro”.
Giuseppe Aprile, Luciano Coloccia, Ovidio Di Tullio, Guido Iannetta Luciano Orlando e Maria Rosaria Tirro naturalmente emozionatissimi si sono dichiarati orgogliosi e soddisfatti per essere stati annoverati tra i m.d.l. italiani .

Di notevole spessore gli interventi delle massime autorità regionali presenti : il presidente della Regione Molise onorevole Angelo Michele Iorio, il Sindaco della città di Campobasso, Giuseppe Di Fabio, il Presidente della Provincia di Campobasso, Nicola D’Ascanio, il Prefetto della città di Campobasso Carmela Pagano, il Presidente della Camera di Commercio di Campobasso, Paolo Di Laura Frattura.

Tutte hanno rimarcato l’indispensabilità del diritto al lavoro, un diritto a cui ciascun uomo deve aspirare per poter appagare la propria dignità e per salvaguardare la sopravvivenza fisica e morale personale e dei propri familiari.. Un diritto che da sempre si affianca, paritariamente, se non prioritariamente, a tutti gli altri “alti” valori che incidono sulla qualità della vita umana.

Non poche le riflessioni inerenti alle problematiche del lavoro riguardanti i nostri giovani verso i quali , come sottolineato nel suo intervento dal Console dei m.d.l. del Molise Anna di Nardo Ruffo, dobbiamo prestare maggiore attenzione, impegnandoci ad ascoltare di più le opinioni , riconoscendo agli stessi “più lungimiranza di noi, in quanto sono loro che stanno compiendo la lunga e difficile maratona dell’esperienza”

Tuttavia l’argomento più diffusamente e unanimemente dibattuto dalle Autorità ha riguardato il sentito ed attualissimo tema della sicurezza la quale, nonostante tutti gli sforzi convergenti da più direzioni per poterne diffondere le conoscenze e sensibilizzare i lavoratori, rimane purtroppo una ferita aperta in tutto il mondo lavorativo,
con statistiche ancora decisamente negative.

Momenti di forte commozione generale in sala si sono registrati allorquando , ricordando l’ incidente mortale accaduto in un cantiere edile in provincia di Campobasso, proprio il giorno prima, il 30 aprile, il console signora di Nardo, chiudendo il proprio intervento, ha letto l’ultima parte di una poesia in dialetto napoletano : “Vorrei ogni giorno non dover ricordare i versi del poeta napoletano Raffaele Viviani, scritti per ricordare la tragedia di un muratore che cadeva da un’impalcatura di un palazzo in costruzione …………..
Nu pede mise fauze – nu movimento stuorto, - e fa nu volo e’ l’angelo –….. prima c’arriva, è muorte:”

Una cerimonia nella cerimonia, infine, ha sancito la conclusione della premiazione presso la Camera di Commercio.
Il Prefetto Carmela Pagano ha consegnato la Stella conferita dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano il 10 marzo scorso alla memoria dei numerosi italiani, tra i quali ben 89 molisani, deceduti il 6 dicembre 1907 nella immane tragedia registratasi nel West Virginia – cuore minerario – degli Stati Uniti, nella cittadina di Monongah

Un’altra stella dunque che si va ad aggiungere alle altre due già presenti sul gonfalone della Regione Molise.
“Una meta, lasciatemelo dire, ( sono le parole appassionate della signora di Nardo) che ci riempie di orgoglio, in quanto promotori presso le Istituzioni, al fine di dare un giusto riconoscimento a questi lavoratori, anche se a distanza di cento anni. In questo caso possiamo ben dire che..NESSUN TEMPO SCADE MAI PER RICORDARE E NESSUN TEMPO HA MAI CANCELLATO QUESTA TRAGEDIA CHE ASSUNSE ENORMI PROPORZIONI : LA PIU’ GRANDE TRAGEDIA MINERARIA DEGLI STATI UNITI.”

La decorazione conferita agli 89 nostri corregionali è stata ritirata dal Presidente della Regione Molise Onorevole Iorio che personalmente l’ha apposta al gonfalone della Regione, in un clima di palpabile emozione e tra gli applausi, sentiti e spontanei dei numerosi presenti.


mdl Enzo Armanetti



 

GALLERIA FOTOGRAFICA
 

 

Foto Cav. MdL Luigi Calabrese

 

RELAZIONE CONSOLE MDL ANNA DI NARDO RUFFO

1° maggio 2009

Sig. Prefetto,
Autorità, signore e signori ho il piacere di porgere a tutti voi un cordiale saluto da parte dei Maestri del Lavoro del Molise, che sono qui presenti per accogliere i nuovi arrivati con i quali ci congratuliamo e che oggi, in virtù dell'impegno, partecipazione e professionalità spesa generosamente per il "bene comune", vengono decorati con la "Stella al merito del Lavoro".

A voi nuovi Maestri non posso in poche parole riassumere l'ammirazione e la stima che vi è dovuta, ma ritengo sia doveroso sottolineare che si può crescere in considerazione ed in dignità, lavorando giorno dopo giorno per conseguire livelli di professionalità alti e tali da poter considerare il lavoro come strumento di crescita umana e sociale. Nel dare il benvenuto tra i Maestri del Lavoro sottolineo che cinque dei nuovi colleghi sono ancora lavoratori in attività.

Quando ho occasione di parlare ai giovani per esortarli a non desistere di fronte alle responsabilità, il mio consiglio è di non andare lontano per cercare i loro modelli, ma di guardarsi intorno, nelle loro famiglie, perché spesso possono attingere esperienze dai loro genitori anche per quanto riguarda il lavoro.

A proposito dei giovani dobbiamo però impegnarci ad ascoltare di più le loro opinioni, perché dobbiamo riconoscere agli stessi più lungimiranza di noi in quanto sono loro che stanno compiendo la lunga e difficile maratona dell'esperienza.

Probabilmente si attendono da noi che appendiamo ad un chiodo. " la vuota dialettica”, per presentare una serie di proposte concrete e compiute, che li aiutino a sviluppare le capacità vitali fondamentali per una sana crescita e prevenire il disagio, le differenze e i comportamenti devianti.

Dobbiamo anche noi però sentirci partecipi di questo mondo che cambia così in fretta propinandoci la "cultura digitale", spronando i giovani ad assumersi i rischi, per poi fare le cose di cui sono appassionati e a considerare i cambiamenti come un concetto positivo e non negativo.

A mio avviso è in momenti come questo che bisogna raccogliere le energie migliori per reagire, con la consapevolezza che qualunque crisi può e deve essere generatrice di rinnovamento.

Vero è che i giovani percepiscono tutta la difficoltà, per raggiungere e mantenere i livelli cui sono pervenuti i loro genitori, in considerazione anche del fatto che il lavoro resta l'elemento centrale dell'individuo e che, oggi, viviamo la difficile e drammatica situazione della mancanza del lavoro stesso che determina nei giovani incertezza e preoccupazione negli anziani.

Vorrei chiudere queste note con un messaggio di ottimismo: è mia convinzione che se saremo capaci di elaborare un progetto coerente e concreto per lo sviluppo della nostra Regione che tenga conto degli interessi dei singoli ma soprattutto di quelli della comunità, coinvolgendo tutte le componenti economiche, imprenditori, amministrazioni pubbliche, aprendo le porte alla larga fetta di molisani che hanno acquisito la loro professionalità fuori Regione e potrebbero riversarla in Molise: parafrasando un libro di successo di qualche anno fa si potrebbe dire……. "Va dove ti porta il lavoro ma torna".

Tutto questo non è voler bloccare l'inevitabile, ma saperlo rendere propizio per l'intera collettiva.

Ogni momento di crisi è una grande opportunità: la si può cogliere oppure la si può perdere.

Nel primo caso si dominano e si controllano gli eventi. Nel secondo si subiscono. Potremo far ricorso al nostro senso di appartenenza, al nostro inestimabile patrimonio sociale, a tutto quello che ha formato la Molisanità e senza demagogia spronare i giovani a credere di più nelle ricchezze della loro terra e le Istituzioni a credere nelle potenzialità e capacità dei giovani molisani.
E' questo un modo di interagire basato sulla fiducia e sull'onestà, premessa indispensabile per lo sviluppo, la competitività ed il mercato.

Per le varie iniziative portate a termine dal Consolato regionale dei Maestri del Lavoro, vi citerò quelle che sono state le più coinvolgenti.
Inizio con il Progetto Pianeta Giovani ideato dai Maestri del Lavoro del Molise. E' stato dedicato ai minatori di Marcinelle, alla maestra Carmela Ciniglia ed agli alunni di San Giuliano di Puglia.

L'iniziativa è stata supportata dal Consiglio Regionale del Molise, Provincia di Campobasso e Federmaestri.

Questo premio è stato assegnato al dottore Luigi Ianzano , di San Marco in Lamis, dell'Università degli Studi del Molise che ha discusso la seguente tesi:
"L'identità plurale dell'Europa: valori giuridici di riferimento" ed abbiamo già provveduto a metterla in rete. E’ consultabile sul nostro Sito www.maestrilavoromolise.it.

Questo Progetto, unitamente al libro "Da Marcinelle a San Giuliano di Puglia" di Giuseppe Ruffo, lo abbiamo presentato anche alla stampa di Marcinelle e La Louviere in Belgio, in occasione dell'Anniversario della tragedia dell'8 agosto 56. Come supporto all’iniziativa abbiamo realizzata una pubblicazione in francese sull’intero Progetto Marcinelle. Nel Molise, sempre l’8 agosto, abbiamo ricordato a Sant'Angelo del Pesco, i due dolorosi momenti di Marcinelle e San Giuliano di Puglia.

Prosegue la nostra collaborazione con i non udenti: il corso per interpreti per il linguaggio dei segni è giunto al rush finale. Il progetto si avvale del sostegno dell’Assessorato Regionale del Lavoro. Tutor è il collega MdL Antonio Di Zinno.

Una valida mano riteniamo averla data all'organizzazione dei loro momenti culturali e turistici, tra i quali emerge l'incontro del Movimento Apostolico Sordi a Roccavivara, con cinque regioni partecipanti.

Anche nei nostri settimanali incontri con gli amici Down, non facciamo mai mancare la nostra affettuosa e costanza presenza e la fattiva collaborazione nelle loro varie attività. MdL volontari Lucia Daniele, Pasquale santoro, Geppino Guglielmi, Anna di Nardo Ruffo, Umberto rossi, Umberto Vallillo, Donato de Santis, Elvio Volpe.

Occuparci di loro riteniamo sia la migliore arma per tutelarli, aiutandoli a combattere i pregiudizi, per garantire una migliore qualità della vita, ma anche e soprattutto per un maggior rispetto reciproco.

SICUREZZA: nota dolente.
Nel corso dell'anno il nostro orecchio vigile non si è mai allontanato dall'ascolto dei dati che, con cadenza regolare ci vengono giornalmente propinati.
E' insopportabile pensare che ogni anno ci siano 1200 lavoratori morti e che 27 al giorno restino invalidi.

La fonte è autorevole, con dati veritieri. Sono stati documentati dal Presidente Naz.le dell'Ass.ne Mutilati ed Invalidi sul lavoro, lo scorso 31 ottobre al Presidente della Repubblica Napolitano e noi, nel nostro piccolo, abbiamo dato il nostro contributo sull'argomento, in ogni incontro, due dei quali particolarmente importanti:

- Il 1° sul problema della sicurezza nelle scuole di Trivento con Assemblea pubblica del 18 aprile; relatore Mdl Stefano de Sanctis.
- Il 2° nel Convegno sulla Prevenzione e Sicurezza nei luoghi di lavoro tenutasi a Campobasso il 19 giugno. Nostro relatore Mdl Domenico Mantegna.

Cannavinelle, dopo la manifestazione a Castelpetroso del conferimento della Stella al Merito del Lavoro alla memoria dei minatori periti il 25 marzo 1952, è seguita una cerimonia nel comune di Sesto Campano, luogo di nascita di tre minatori deceduti.

Abbiamo fatto leva sui valori della memoria, coinvolgendo le scolaresche, per non dimenticare e parlare di sicurezza.

Legata alla vicenda di Cannavinelle, abbiamo pubblicato un documento "La vita per il lavoro".

E per concludere Monongah: un'altra Stella si va ad aggiungere alle altre 2 che sono già sul gonfalone della Regione Molise, a rappresentare un elevato numero di molisani, 89 per l'esattezza, che perirono nella tragedia del 6 dicembre 1907.

In questo caso possiamo ben dire che nessun tempo scade mai per ricordare e nessun tempo ha mai cancellato questa tragedia che assunse enormi proporzioni: la più grande tragedia mineraria degli Stati Uniti.

Lasciatemelo dire: questa meta ci riempie di orgoglio, in quanto promotori presso le Istituzioni, al fine di dare un giusto riconoscimento a questi lavoratori, anche se a distanza di cento anni.

Oggi, alla Regione Molise, verrà consegnata la Stella al Merito del Lavoro alla Memoria per i minatori di Monongah, da parte del Signor Prefetto.

Con analoga cerimonia, presso il Quirinale, il Signor Presidente della Repubblica questa mattina consegnerà al Presidente Nazionale dei Maestri del Lavoro, il Brevetto di conferimento della Stella, per le altre regioni interessate.

Ma noi chiediamo altro alle Istituzioni: vogliamo una serie di campagne nazionali per prevenire gli Infortuni sul Lavoro, per il rispetto della vita di tutti i lavoratori.

Vorrei ogni giorno non dover ricordare i versi del poeta napoletano Raffaele Viviani, scritti per ricordare la tragedia di un muratore che cadeva da un'impalcatura di un palazzo in costruzione:

"Nu pede mise fauze - nu movimento stuorto,- e fa nu volo e l'angelo- prima c'arriva, è muorte! Grazie.

Anna di Nardo Ruffo




 

PROGETTI ED INIZIATIVE

 

INIZIATIVE E PRESENZA DEI MAESTRI DEL LAVORO NELL’ANNO 2008

 

*PIANETA GIOVANI:
è stato senz’altro il Progetto che in senso assoluto ci ha coinvolto, in tutto l’anno, con una serie di incontri, studi, richieste di collaborazioni, presentazioni sul territorio. In questo modo il Consolato è cresciuto attivandosi in modo positivo in diverse circostanze, in modo moderno vedi informativa alle Università su internet.
*ENS:
è proseguita la collaborazione con l’ente al livello di corso per interpreti (tutor MdL Antonio Di Zinno) e vari momenti culturali e turistici con i sordi della regione curandone gli spostamenti. Collaborato per la realizzazione dell’incontro a Roccavivara con il gruppo Movimento Apostolico Sordi dell’Italia centrale tenutosi il giorno 29 giugno.
*DOWN:
è proseguita con l’associazione la fattiva collaborazione sia nelle loro attività di raccolta fondi che con la presenza settimanale per il gioco delle carte. Volontari MdL Guglielmi Geppino, Lucia Daniele, Umberto Rossi, Elivio Volpe, Pasquale Santoro, Anna di Nardo Ruffo, Umberto Vallillo e Donato De Santis.
*MARCINELLE:
g: 5 agosto visita alla Sede della Regione Molise di Bruxelles
g: 7 agosto presentazione alla Stampa libro in terza edizione “Da Marcinelle a San Giuliano di Puglia” di G. Ruffo, unitamente al progetto Pianeta Giovani. Curata e pubblicata la dispensa in lingua francese e distribuita per l’occasione, sul Progetto Marcinelle.
g. 8 agosto
COMMEMORAZIONE e ricordo dei minatori, al Bois du Cazier di Marcinelle. Incontro con i Maestri del Lavoro in Belgio e dell’Associazione Minatori.
LA LOUVIERE: presentazione alla stampa del libro e del Progetto Pianeta Giovani
HUY: incontro con Marjeanne Caterina, rappresentante dei molisani in Belgio.
SANT’ANGELO DEL PESCO:
“Per n on dimenticare Marcinelle” incontro e ricordo, unitamente alla popolazione di Sant’Angelo del Pesco e di San Giuliano di Puglia.
*g. 9 agosto
Incontro con il Console Generale d’Italia Francesco Ercolano

***

*4 Febbraio Prefettura Campobasso incontro di conoscenza con S.E. IL PREFETTO CARMELA PAGANO.
*1 Marzo ACESVO-TERZO SPAZIO “ Extraccantonamento Visco”
*10/15 marzo Curia Vescovile di Termoli “Di generazione in generazione la difficile costruzione del futuro”.
*25 Marzo CANNAVINELLE consegna “Stella al merito del Lavoro ALLA MEMORIA dei caduti di Cannavinelle”. A Castelpetroso organizzazione-manifestazione. Curata e stampata dispensa “ La vita per il lavoro”.
*29 Marzo a Mignano di Montelungo partecipazione a cerimonia per consegna “Stelle al merito del Lavoro alla Memoria” periti a Cannavinelle, della Regione Campania.
*25/31 Marzo settimana della cultura con Direzione Regionale Beni Culturali del Molise.
*18 Aprile assemblea cittadina a Trivento sulla “Sicurezza Nelle Scuole”: relatore MdL Stefano De Sanctis.
* 27 aprile con Associazione SOS incontri ad Agnone e Ferrazzano su “ La dignità negata”, con il Lama.
*8 Maggio Limosano convegno sull’Agricoltura.
*17 Maggio ACESVO - Incontro di primavera.
*24 Maggio San Giuliano di Puglia “Per non dimenticare” concerto e manifestazione “ I colori della vita”.
*2 Giugno mostra fotografica Tony Vaccaro - “ La mia Italia”.
*2 Giugno Prefettura Festa della Repubblica.
*4 Giugno presentazione libro “Il fatto non sussiste” - Comitato vittime scuola di San Giuliano di Puglia.
*Programma Giugno 2008 Centro Studi Molise - Guardialfiera- “La Porta Santa”.
*11 Giugno Università Cattolica conferenza su “ Emergenza educativa, sfide e risorse”.
*12 Giugno- Cento anni della CGL nel Molise - spettacolo “Al buio” al teatro Savoia.
* 16 Giugno Consegnata in Prefettura a Campobasso al sig: Benedetto Parisi di Trivento la “ Menzione Speciale Al Merito del Lavoro” concessa dal Presidente della Repubblica di cui il consolato si è reso promotore.
*19 Giugno convegno sulla Prevenzione e Sicurezza nei luoghi di lavoro con Università degli studi del Molise e Tecnici della Prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro. Relatore per i maestri del lavoro MdL Domenico Mantegna.
*21 Giugno Venafro - Festa europea della vita. Con il Ministero dei Beni Culturali.
*6/7 Settembre a Campomarino con IV Meeting della Solidarietà.
*18 Settembre inaugurazione Scuola San Giuliano di Puglia.
*26 Settembre presentazione libro del down Pierpaolo Martino “Un angelo con un ala sola”.
*26 Settembre Lecce Convegno Nazionale.
*12 Ottobre 58° Giornata Nazionale Vittime Incidenti sul Lavoro.
*15 Ottobre ACESVO docenza su “La legislazione del Terzo Settore, dai bandi europei alle leggi regionali”.
*1novembre PIACERE MOLISE - Il gusto delle opportunità - presentazione libro “Molise a tavola “ di Anna di Nardo Ruffo.
*4 Novembre Festa dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate.
*9 Novembre 90° Anniversario della fine della Prima Guerra Mondiale.
*23Novembre Università Cattolica del Sacro Cuore incontro con Monsignor Bregantini.


Grazie a quanti hanno collaborato perché il nostro Consolato fosse proiettato verso l’esterno, onorando con la loro presenza ed assiduità le varie iniziative che ci hanno visti presenti sul territorio.


Anna di Nardo Ruffo