UN PIANO PER UNA SCUOLA FORTE


Avevamo già collaborato in significative esperienze, e con ottimi risultati, per esempio per la realizzazione di un impegnativo “dvd” riguardante gli avvenimenti bellici della II guerra mondiale nel Molise, dal titolo “ Sul filo della Memoria”

Lo stesso giovane musicista, abile sassofonista nonché arrangiatore d’orchestra, insegnante di musica presso la Scuola media statale “Igino Petrone”, di Campobasso, per colmare una grave insufficienza presente nel suo istituto, si fa promotore, sostenuto e coadiuvato dal professor Michele Di Santo, dirigente di Associazione culturale, di una lodevole iniziativa, per la precisione una lotteria a premi, il cui slogan “ Un PIANO per una Scuola FORTE” lascia già intuire a chi legge da quale insufficienza fosse interessata la scuola…..appunto un PIANO…FORTE-
Naturalmente a coda, per completare l’arredo del modernissimo e confortevole Auditorium nel quale dovrà essere collocato-

Ma nonostante l’impegno profuso e la collaborazione dei colleghi e degli studenti, la lotteria, pur ben organizzata, non sarebbe stata sufficiente a raggiungere la somma complessiva necessaria per la spesa.

E allora cosa fa il nostro intrepido, novello Shubert?

Con la stessa accattivante simpatia e con tanta speranza nel cuore si rivolge ai MDL del Molise,
nella persona della Console, la signora Anna Di Nardo Ruffo, perché “unendo” le forze (scuola e Mdl) si potesse conseguire con alta probabilità di successo l’obiettivo quasi palesemente dichiarato nello slogan della lotteria.

Dopo l’incontro preliminare, con immediatezza e determinazione la nostra Console convoca il Consiglio e, sensibilizzando e partecipando ai consiglieri la nuova collaborazione, , in men che non si dica, si mette a punto un programmino niente male per reperire i residui fondi necessari per l’acquisizione del pianoforte a coda-

Per dare continuità all’azione, viene confermato lo stesso slogan “Un PIANO per una Scuola FORTE”, aggiungendo un decisivo e risolutivo sottotitolo “Rassegna di artisti molisani”

E qui si verifica un piccolo miracolo: i diversi artisti contattati ed invitati dai Mdl e contagiati dallo stesso invisibile virus che ci contraddistingue (mal d’africa ossia malati di altruismo e di solidarietà), partecipando alla rassegna a titolo completamente gratuito, con il loro irresistibile “appeal” artistico consentono di etichettare la rassegna-spettacolo con il TUTTO ESAURITO-
Circa 400 posti occupati con inviti a pagamento distribuiti a conoscenti, amici, parenti etc-

E così, il 13 dicembre, giorno di S.Lucia, alle ore 18,00 è iniziato lo spettacolo con la straordinaria partecipazione di circa 100 giovanissimi studenti della Scuola Media i quali, diretti dai loro stessi insegnanti tra i quali il nostro Amico e collaboratore Giuseppe Natilli, si sono esibiti, distribuendosi i ruoli tra strumentisti e coristi, in brani musicali impegnativi riscuotendo unanimi consensi dalla platea entusiasta –

Dopo l’esibizione della ORCHESTRA E CORO della Scuola Petrone si sono alternati sul palco dell’Auditorium gli artisti:
PIETRO ARMANETTI, MARIO COLITTI, PEPPINO DE VIVO, ADRIANO PARENTE , cantanti solisti che, per l’occasione, in un inedito ed estemporaneo quartetto, hanno proposto note canzoni in dialetto campobassano, coinvolgendo l’intero pubblico, felicissimo di cantare melodie
della propria città;
GIOVANNI TRIVISONNO, PATRIZIA CIVERRA, CARMELA DE SOCCIO, attori di indiscussa classe e comprovata esperienza che hanno strappato applausi a scena aperta con autentici pezzi di bravura tratti dal repertorio dialettale molisano ;

GIOVANNI PALLADINO, cabarettista esilarante, autentico talento di comicità ed umanità-

FABRIZIO PALLADINO, virtuoso violinista e musicista campobassano “DOC” che ha mandato in visibilio i 400 e più spettatori con le sue straordinarie performances-

IL GRUPPO FOLKLORISTICO “ GLI ZIG – ZAGHINI “, composto da circa 25 elementi tra ballerini, cantanti, musicisti tra i quali si è distinto il fondatore Nicolino Di Donato – Il gruppo ha apportato alla rassegna quel tocco di internazionalità acquisita in innumerevoli trasferte in ogni parte del mondo, a rappresentare l’essenza, la cultura, le radici, la bellezza e la creatività molisane, conseguendo premi e riconoscimenti prestigiosi-

Cerimoniere d’eccezione il Collega Mdl VINCENZO ARMANETTI che, nel proporre i diversi artisti con eleganza e semplicità, ha tenuto a battesimo nel campo artistico una promettente neo presentatrice, la bellissima ed affascinante KATIA OLIVETO, già applauditissima Miss Molise all’ultimo concorso nazionale di Miss Italia.-

In modo velato ma costante nell’Auditorium, per tutto lo svolgimento della rassegna ha aleggiato un’atmosfera particolarissima, più volte avvertita dal pubblico, un’atmosfera mista di gioia e di malinconia, di allegria e di struggente nostalgia, atmosfera volutamente provocata dai testi delle bellissime canzoni e dei brani recitati, tutti rigorosamente in dialetto molisano-

In verità la serata è stata dedicata a tutti i corregionali sparsi per il mondo i quali davvero, con consapevolezza e per esperienza personale, insieme all’unico, grande maestro, il sommo Dante Alighieri possono ben affermare: “ SI’, COME SA DI SALE LO PANE ALTRUI E COME E’ DURO CALLE SCENDERE E RISALIR PER L’ALTRUI SCALE”


MdL LUIGI CALABRESE
Cb 13 genn.2007


clicca qui per vedere altri immagini dell'evento